8 segnali che la tua strategia di marketing non sta funzionando [#21]

Ascolta “#21 – 8 segnali che la tua strategia di marketing non sta funzionando” su Spreaker.

Preferisci leggere? Ecco l’articolo completo.

Le tue attività di marketing online non producono i risultati che vorresti? Forse potrebbe essere necessario rivedere la tua strategia.

Ma capire se il tuo marketing ha davvero bisogno di una revisione (e capire dove intervenire), non è sempre facile. Potresti vedere delle vendite in arrivo, ma non sapere se stai effettivamente generando i migliori risultati possibili. Potresti non sapere quali metriche osservare o come monitorarle. Insomma, le variabili da considerare sono parecchie.

Ecco allora 8 segnali che possono aiutarti a capire se è necessario rivedere la tua strategia.

1. Stai vedendo poco o nessun traffico

È uno dei segnali più facili da vedere: ricevere poco o zero traffico è decisamente un brutto segno.

L’assenza di visite significa che la tua strategia di marketing non sta effettivamente funzionando. Le cause principali potrebbero essere due:

  1. La mancanza di visibilità del tuo sito su Google
  2. La mancanza di visibilità del tuo brand sui social media

La maggior parte delle piattaforme ha il proprio algoritmo che determina quale contenuto viene mostrato agli utenti. Per Facebook, questo significa puntare sulla copertura organica (molto ridotta) e sui post sponsorizzati per farsi notare dai potenziali clienti e portarli sul tuo sito. 

Ma quando si tratta di Google, significa ottimizzare le pagine del tuo sito web in modo che vengano mostrate agli utenti nei risultati di ricerca organici, in corrispondenza di una loro ricerca specifica.

Se il tuo pubblico utilizza Google per trovare aziende come la tua, ma il tuo sito web non si posiziona in alto nei risultati di ricerca, probabilmente stai perdendo decine, centinaia, migliaia di potenziali clienti.

Se vedi i tuoi concorrenti in cima alle SERP di Google, significa che stanno investendo in modo più efficace sulla SEO. Ed è quello che dovresti fare anche tu.
Questo cosa comporta?
Ottimizzare le tue pagine, pubblicare contenuti di qualità, lavorare sulle parole chiave giuste e sulla costruzione di preziosi backlink verso il tuo sito.

In definitiva, se vedi poco traffico dai tuoi canali di marketing, è un chiaro segno che il tuo marketing ha bisogno di soluzioni più efficaci:

  • lato SEO per il posizionamento organico su Google
  • lato Advertising per una maggiore visibilità/engagement sui social

2. Stai vedendo traffico ma nessuna conversione

La generazione di traffico è solo una parte dell’equazione quando si tratta di fare campagne di marketing di successo. Potresti attirare migliaia di visitatori sul tuo sito ogni settimana, ma se non si convertono in clienti paganti, non vedrai mai il ritorno sull’investimento che meriti.

Molte aziende investono nella SEO per indirizzare il traffico organico al proprio sito, ma il traffico fine a sé stesso non deve essere l’obiettivo.

L’obiettivo deve essere portare traffico altamente qualificato e realmente attratto dal tuo brand: utenti interessati a iscriversi alla tua newsletter, ad acquistare i tuoi prodotti o a contattarti per lavorare con te.

Quindi, sia che tu gestisca da solo il tuo marketing o che lavori con un’agenzia, devi assicurarti che la tua strategia si traduca in conversioni, non solo in visite al sito web. Ciò significa affidarsi a strumenti di analisi del traffico come Google Analytics per monitorare le conversioni sul tuo sito.

Tenere d’occhio le conversioni ti aiuterà ad attribuirle al canale giusto e determinare il ROI su ciascuna delle tue campagne. Potrai capire quindi se le tue attività SEO stanno portando risultati concreti o se è necessario rivedere l’ottimizzazione dei contenuti, se bisogna modificare la content strategy, le campagne di advertising o altro ancora.

3. L’engagement sui tuoi canali social è in calo

Uno dei più grandi errori che i brand commettono quando si tratta di fare marketing sui social media, è adottare un approccio che io chiamo “pubblica e prega”, nel senso che pubblicano contenuti che loro ritengono interessanti e pregano che riescano a generare l’engagement che desiderano.

In realtà, le aziende dovrebbero pubblicare contenuti basandosi sui dati in loro possesso, con la consapevolezza che troveranno un riscontro reale sul loro pubblico.

Ogni piattaforma di social media ha il proprio strumento di insights e analytics e fornisce le proprie metriche sulle prestazioni dei contenuti. Like, commenti, condivisioni e clic possono essere tutti indicatori del coinvolgimento dei follower.

Se pubblichi contenuti sui social media e non ricevi segni di vita dall’altra parte, vuol dire che qualcosa deve cambiare.

A prescindere che tu stia investendo il tuo tempo o ti sia affidato a un’agenzia per pubblicare sui tuoi canali, il social media marketing è un investimento che deve produrre risultati tangibili e redditizi.

Il calo dell’engagement dei  tuoi post sui social è sicuramente un indicatore che la tua content strategy ha bisogno di un rinnovamento.

4. Il ritorno sulle tue campagne ADV è basso

Le campagne pay per click possono essere un ottimo modo per generare lead in modo veloce, ma possono rivelarsi incredibilmente costose se fatte nel modo sbagliato.

Molti brand finiscono per vedere scarsi risultati dai loro annunci a pagamento perché spesso

il targeting non è accurato,
di conseguenza
gli utenti non effettuano conversioni
quindi
il costo per acquisizione diventa troppo alto.

La chiave per realizzare campagne di advertising efficaci è comunicare al pubblico giusto con i contenuti giusti. Che tu stia pubblicando annunci su Google, Facebook, Instagram o altri canali, devi fare in modo che le tue campagne siano centrate sul tuo pubblico ideale e mostrino contenuti pertinenti con i suoi interessi.

Il CPC è una metrica variabile, quindi devi essere sicuro di ottenere il miglior rapporto qualità-prezzo. Questo significa testare diversi gruppi di annunci diversi, diversi testi pubblicitari, diverse parole chiave e diverse opzioni di targeting. 
Solo così potrai ottenere il CPC più basso possibile e massimizzare il tuo ROI.

5. Le tue campagne vengono pianificate all’ultimo minuto

Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di mettere insieme campagne di marketing all’ultimo minuto. Ma questo tipo di pratica deve essere l’eccezione, non la regola.

Se nella tua azienda il modus operandi quotidiano è questo, potrebbe essere il momento di adottare un approccio diverso. Le campagne di marketing efficaci richiedono tempo per essere messe insieme, soprattutto perché bisogna analizzare i dati esistenti, segmentare il pubblico, fare A/B test sugli annunci e tanto altro ancora.

Se desideri che il tuo marketing online sia coeso, devi pianificare la maggior parte delle tue campagne in anticipo. Ciò significa prenderti il tempo necessario per fare ricerche per parole chiave, impostare il targeting, rivedere le soluzioni dei testi, impostare le campagne e così via.

Immagina che sollievo avere le tue campagne organizzate con largo anticipo, senza la fretta di metterle insieme all’ultimo minuto!

Quanto più efficace sarebbe il tuo marketing se avessi un piano d’azione chiaro sin dall’inizio?

6. Non sai come analizzare il rendimento delle tue campagne

Molti dei segnali di cui ti ho parlato finora partono dal presupposto che tu riesca a compiere le opportune analisi per verificare se i tuoi sforzi di marketing stanno effettivamente producendo risultati. Ma cosa succede se non hai idea di come misurarli?

In questo caso, dovresti rivedere il modo in cui ti approcci al marketing online.

Non è sufficiente eseguire semplicemente una campagna avendo una vaga idea di quanti lead o clienti stai generando di conseguenza. Con un approccio superficiale, non avrai mai le informazioni necessarie per determinare il tuo CPA (costo per acquisizione) o le entrate che stai generando.

Per ogni piattaforma di marketing che utilizzi, assicurati di avere a disposizione uno strumento di analisi per monitorare i KPI, gli indicatori chiave delle prestazioni, per ciascuna delle tue campagne.

I KPI sono le metriche che devi definire sin dall’inizio e che dovrai sempre tenere d’occhio per misurare il successo delle tue attività.

Per la SEO, i KPI potrebbero essere le conversioni, le visualizzazioni di pagina o il tempo trascorso sulle pagine. Per i social, potrebbero essere Like, commenti, condivisioni o clic. Per gli annunci, può trattarsi di clic, CPC o percentuale di clic. Ovviamente queste sono semplici linee guida. Non è detto che i KPI siano gli stessi per tutti. 

Per scegliere le metriche giuste bisogna partire dagli obiettivi che si vuole perseguire, che possono essere molto diversi a seconda del settore, dell’azienda e della campagna specifica. Impostare questi KPI e sapere come monitorarli ti aiuterà a valutare se le tue campagne stanno effettivamente producendo i risultati desiderati.

7. Non stai massimizzando il ROI

Vedere risultati tangibili dai tuoi investimenti in attività di marketing è sempre l’obiettivo principale, quindi la domanda che ti dovresti fare è: stai ottenendo il miglior ritorno possibile sul tuo investimento (ROI)?

Tutto si riduce alla definizione del costo per acquisizione (CPA), ovvero quanto costa acquisire un nuovo cliente. Questa metrica è essenziale. Nel monitorare il successo delle tue campagne di marketing, probabilmente scoprirai che alcuni canali sono più efficaci di altri e hanno un costo di acquisizione più basso.

Il tuo obiettivo deve essere sempre quello di acquisire il numero massimo di clienti al minor costo possibile.

Puoi determinare il tuo ROI reale solo confrontando i risultati tra i canali e le campagne, vedendo quali metodi producono i risultati migliori.

Se non sei sicuro di riuscire a massimizzare il ROI, potrebbe essere il momento di rivedere la tua strategia di marketing online.

8. Non stai raggiungendo le vendite che desideri

Il segnale finale (e forse il più importante) che il tuo marketing ha bisogno di una revisione è che non stai raggiungendo il tuo obiettivo di fatturato.

Se stai incanalando tempo e denaro nel tuo marketing digitale, devi ottenere risultati reali in termini di entrate. Supponendo che il tuo marketing soddisfi le aspettative in termini di traffico e lead, hai bisogno di determinare quali attività stanno davvero contribuendo alle vendite.

Quali canali stanno dando i migliori risultati?

Il tuo budget investito in marketing sta effettivamente ripagando?

Se non sei sicuro che i risultati del tuo marketing valgano il costo, potrebbe essere il momento di rimettere mano all’intera strategia.

Investire nel tuo marketing senza la capacità di misurare i risultati in termini di entrate è molto rischioso, perché potresti arrivare a prosciugare il tuo budget senza rendertene conto.

Quindi fai un passo indietro e controlla se le tue campagne stanno dando i risultati desiderati.

Se non vedi traffico, lead ed entrate economiche, è molto probabile che sia il momento di fare tabula rasa e ripartire con un approccio completamente diverso.


Restiamo in contatto!

Non perdere i prossimi articoli e puntate del podcast.